lambruscoPaolo De Castro, ex ministro dell’agricoltura e attualmente coordinatore per il gruppo socialisti e democratici della commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo, ha portato ad attenzione la questione del pressing comunitario sulle liberalizzazioni, secondo cui l’Esecutivo UE le norme di tutela valgono per i nomi geografici (ad esempio il Prosecco), mentre non si applicano a nomi di vitigno anche quando sono particolarmente espressivi di un territorio, situazione che in Italia è particolarmente diffusa. 032P_VERMENTINO-GRAPPOLOIl rischio riguarderebbe in primis vitigni quali il Lambrusco e il Vermentino, ma anche altri, che rischierebbero tolti dall’elenco dei vini protetti. Federvini e Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna hanno apprezzato la questione sollevata da De Castro e si augurano che possa essere risolta in sede istituzionale europea.