Sabato 20 ottobre si è tenuta la gita a Monforte d’Alba con visita dal produttore Bussia Soprana.

I  partecipanti hanno trovato ad attenderli Rossella e Greg con il suo van davanti la sede di Fisar Bareggio e, dopo le dovute presentazioni, è iniziato il viaggio di circa 2 ore durante il quale si è potuto ammirare un paesaggio autunnale e leggermente nebbioso.

Dopo una breve sosta nel centro di Monforte d’Alba per una piccola colazione il viaggio è ripreso e dopo un paio di chilometri, in località Bussia, all’ingresso della sua azienda Silvano Casiraghi accoglieva tutti calorosamente e con l’entusiasmo che lo contraddistingue, raccontando un po’ della sua storia,  accompagnava il gruppo tra le vigne a quel punto già baciate dal sole, facendo addirittura assaggiare i vari grappoli rimasti per apprezzare le differenze delle uve a seconda dell’età dei vigneti  ed instaurando subito una piacevole atmosfera.

All’interno di una bella sala, dalla quale si poteva ammirare il paesaggio, con un bel colpo d’occhio sulla collina de La Morra, era già stato allestito il tavolo per la degustazione dei vini che il produttore ci ha gentilmente permesso di scegliere tra quelli disponibili offrendoci un sontuoso “rinforzo” a base di salumi e formaggi accompagnati da pane e grissini.

Sono stati degustati nell’ordine il Langhe Rosso 2015 ottenuto da uve Pinot Nero in purezza, il Langhe Zenit Rosso 2009 da uve Barbera d’Alba Nebbiolo e Cabernet Sauvignon, il Barbera d’Alba Vin del Ross 2007,  il Barolo Mosconi 2007 e, gentilmente offerto da Silvano,  il Barolo Gabutti della Bussia 2006.

Tutti i vini si sono dimostrati di grande qualità, ciascuno di essi con la propria peculiarità, suscitando nei partecipanti  interesse e confronti che si sono protratti fino a metà pomeriggio.

Dopo aver salutato Silvano, che ancora una volta si è dimostrato affabile e competente,  il pomeriggio si è concluso con una breve passeggiata nel centro storico di Barbaresco, godendo della splendida temperatura.

La comodità del van di Greg ha decisamente favorito il relax del rientro a Bareggio.