Gli eventi collaterali alla mostra consistono in cinque degustazioni.
Ogni giovedì per tutto il periodo della mostra, dalle 19 alle 21, presso lo spazio Cafè Design (in fondo al corridoio d’ingresso della Triennale).
Condotte da Roger Sesto, allievo di Veronelli, e ciascuna accompagnata da finger food sapientemente scelti in base alle caratteristiche dei vini presenti.

Si comincia giovedì 22 con:

TENUTA DI FIORANO, ROMA
Il Fiorano, vigne lungo l’Appia Antica, tra i primi “moderni” vini italiani, per opera del fondatore dell’azienda, principe Alberico Boncompagni Ludovisi. Oggi, lavoro proseguito dal nipote Alessandro Jacopo. In assaggio:
Fiorano Bianco: 2011 e 2012
Fiorano Rosso: 1988, 2007 e 2008

La partecipazione, su prenotazione, è riservata a un massimo di 40 persone a serata:  solo 200 irripetibili degustazioni. Costo a persona: 50€.
Per informazioni e prenotazioni: Segreteria Organizzativa Scatola Cinese System sas – scatol07@scatolacinese.191.it

 image

sancerre

Sancerre si trova sulla costa occidentale della Loira, i terreni sono composti da sedimenti di gesso e selce. Le vigne partono dalla riva del fiume per inerpicarsi sulle ripide colline con valori dal 30% al 60% che richiedono una coltivazione esclusivamente manuale, un tempo con l’aiuto degli asini. Sulla costa orietnale si trovas invece la cittadina di Pouilly-Fumé con terreni principalmente ricchi di calcare, caratteristica ritenuta responsabile per il pronunciato aroma di affumicato dei vini che si producono.

I vini assaggiati durante la serata provengono da idue territori e Pouilly-Fumé e Sancerre,  il vitigno è per tutti il Sauvignon blanc, con disciplinari di produzione simili