La “Città del Vino” di Bordeaux verrà inaugurata il 2 giugno 2016

2048x1536-fit_chantier-cite-civilisations-vin-juin-2015Il progetto architettonico denominato “Cité du Vin” verrà inaugurato a Bordeaux il 2 giugno del prossimo anno. Progettato dagli architetti Anouk Legendre e Nicolas Desmazières, l’edificio con le sue forme si vuole ispirare alle viti e al movimento che fa il vino quando viene fatto roteare nel bicchiere al momento della degustazione. L’estensione del plesso sarà di 14.000 mq e sarà dislocato sulle rive della Garonna, il fiume che attraversa Bordeaux. La Città del Vino non ospiterà solo vini francesi ma sarà aperta a oltre 85 regioni vinicole offrendo un tour dei vigneti del mondo. Oltre allo spazio che racconterà la storia del vino dalle origini ai giorni nostri, completeranno la struttura un wine-bar, un ristorante panoramico e una cantina di 600 mq capaci di accogliere 10.000 bottiglie di vino.

Per approfondimenti potete visitare il magazine de le Figarò

Il Novello arriva sulle tavole italiane

novello-810x408Come previsto dal D.M. del 13 agosto 2012 scatta quest’oggi, venerdì 30 ottobre, l’immissione al consumo del Vino Novello. Secondo la stima di Coldiretti la produzione si delinea buona relativamente alla qualità del prodotto, mentre continua il trand negativo in fatto di produzione scesa alle 2 milioni di bottiglie attuali rispetto ai 17 milioni di una decina di anni fa. Il Beaujolais nouveau, il novelle francese, sarà invece immesso al consumo a partire dal 19 novembre.

Il Novello è prodotto con il metodo della macerazione carbonica, è un vino da bersi giovane, con bassa gradazione, profumato. Ben si accompagna alle castagne.

Vignaioli e Vini d’Italia 2016

GUIDA_VINI_2016_COVER-ok-500x818

 

Presentata ieri a Milano la Guida “Vignaioli e Vini d’Italia” 2016 di Luciano Ferraro e Luca Gardini: 200 i vignaioli raccontati nella pubblicazione, toscani (38) e piemontesi (31) su tutti. In vendita in edicola o in versione ebook

Dalla Val Venosta il primo Italian Malt Whisky

3d-whiskey-glass-1Tra pochi giorni sarà disponibile in commercio il primo Whisky prodotto in Italia: a realizzarlo la Distilleria Puni di Glorenza in alta Val Venosta, gestita da Albrecht Ebensberger. Il prodotto che presenta un invecchiamento di tre anni ha riposato in botti che hanno ospitato in precedenza burbon e marsala. L’invecchiamento è avvenuto all’interno di un bunker in disuso della Seconda Guerra Mondiale

Enoteca Regionale della Lombardia: orari e aperture

Enoteca RegionaleLa prima Enoteca Regionale della Lombardia, inaugurata a Broni lo scorso fine settimana, ha stabilito che la struttura, come punto vendita, rimarrà aperta al pubblico dal venerdì alle domenica dalle 10.00 alle 24.00, dal martedì al giovedì dalle 10.00 alle 19.00. Il bistrot sarà invece aperto al pubblico dal venerdì alla domenica dalle 12.00 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30, mentre dal martedì al giovedì dalle 12.00 alle 14.30

Il primo Barolo senza tappo di sughero

Select-Bio-NomacorcIl d.m. del 16 settembre 2013 aveva modificato la disciplina sino all’ora vigente che imponeva l’utilizzo dei tappi in sughero per i vini Docg, e adesso dopo un periodo di sperimentazione durato due anniv l’Azienda Agricola Brandini di La Morra passerà agli annali come prima cantina a produrre barolo (il Barolo docg 2011) a scegliere di chiudere le proprie bottiglie con “Select Bio di Nomacorc” un tappo costituito da materiale derivato dalla canna da zucchero. Se per le bottiglie meno pregiate la scelta di ricorrere a tappi diversi dal sughero tradizionale era già in voga da qualche tempo significativa è la scelta della Cantina Brandini. Il mercato dei tappi, tuttavia, almeno in Italia, rimane saldamente in mano ai produttori di sughero con il 64% del mercato, a fronte del 21% dei tappi a vite e del 15% di tappi sintetici.